G


ruppo

A


mbiente

T


rekking


Le 

T

O

  
rri  

 
HOMEPAGE
 

Firenze
Domenica 26 Febbraio  2017

HOMEPAGE

Anello di San Gimignano

 

 

LA MANHATTAN DEL MEDIOEVO

 

San Gimignano (patrimonio UNESCO dal 1990) aveva 72 tra torri e case-torri nel periodo d'oro del Comune (1200 - 1300 ).
Nel 1300 arrivò la crisi (c'è sempre una crisi per tutti, nella vita come nella società ) e nel 1580 ne erano rimaste in piedi solo 25. 
Oggi ridotte a 16 (e ci sembrano tante lo stesso ...).
 

San Gimignano era un posto tappa obbligato per chi, andando a Roma sulla Francigena, proveniva da Gambassi.

Per lunghi secoli sia San Gimignano che la Francigena sono cadute nell'oblio, ma il bello della storia è che a un certo punto ( e nessuno sa perchè)
le crisi finiscono: ora San Gimignano e la Francigena sono di nuovo vive.

 

L'abbiamo scelte oggi entrambe per una giornata all'aria aperta, bella come una vacanza fatta con la maestra,

tutti in fila come scolaretti chiacchierini, su e giù per boschi e vigne e oliveti con spesso in faccia quelle torri

che prima si allontanavano fino a diventare piccine piccine e poi, piegando il passo sul ritorno di un anello,

si facevano di nuovo grandi, sempre più grandi, fino ad essere inghiottiti dalle loro ombre.

 

E però ... Però la piazzetta che all'andata pareva quella di un tempo (vuota e silenziosa, riempita solo dalla nostra foto di gruppo)

al ritorno era scomparsa: erano arrivati i "turisti" della domenica, quelli che " oggi dopo pranzo dove si va ?" E per di più è Carnevale. 
E lo scherzo è consistito nel riempire la piazza e tutte le stradine

di così tanta gente e voci e coriandoli e biancaneve e i sette nani che mi è sembrato di essere arrivato in un altro luogo e in un altro tempo.

E' così che sono fatte le Manhattan di oggi, forse.

 

 

Per fortuna ci eravamo già riempiti la pancia di immagini bellissime: la torre di Collemucciole (1059)
la Pieve Romanica di Cellole tenuta dalla Comunità di Bose, uno sguardo su Certaldo e
- lontana lontana - la stretta riga di gesso (ieri notte è nevicato) sulla cresta del Pratomagno,

un tratto di Francigena e anche un tratto del Cammino di Assisi.

E poi boschi, oliveti, vigneti e case sparse sormontate dalle piccionaie come vivessero ancora quel tempo lontano

(salvo scoprire, parcheggiata sotto, una fiammante Porsche gialla). 


A farci compagnia nel viaggio - sempre occhieggiante tra i rami come giocasse a nascondino - la silhouette della "nostra" vecchia cara Manhattan.

Ma alla fine un bel gelato, in mezzo a tutta quella confusione, non ce l'ha levato nessuno. Tanto il film era finito ...