G


ruppo

A


mbiente

T


rekking


Le 

T

O

  
rri  

 

Firenze

 

8 APRILE

Lago dell'Accesa

(Maremma)

 

Il lago dell'Accesa un invaso naturale a pochi chilometri da Massa Marittima (GR).

Il luogo - tranquillo - piaceva anche agli Etruschi, tanto che a pochi passi dalle sue rive scavi archeologici recenti hanno rivelato le fondamenta di un loro insediamento. 

Si dice che il colore dell'acqua sia di un bel verde smeraldo, ma forse quando splende il sole. 
Non stato questo il caso nostro. E l'acqua su cui si riflettono le fronde di questi alberi non quella del lago: una grande pozza sul sentiero che porta alla riva (il lago si intravede appena al centro dell'immagine) tangibile segno dell'abbondante pioggia del giorno precedente. 
Le nubi scure ci fanno supporre un presentimento: quella pioggia non bastata. E infatti ...

E infatti ... l'unico sole di cui abbiamo goduto questo: il tempo di scendere dal pullman, attraversare il torrente e fare altri 50 metri. Dopo la pioggia.

Ma gli escursionisti non hanno paura della pioggia. Sono sempre attrezzati.

Ed ecco un bel rompicapo per i nostri lettori. 

Qual' l'oggetto misterioso ritratto in questa foto ? 
Un sacco di rifiuti abbandonato lungo il sentiero ? 
Un attrezzo coperto da una tela per non arrugginirsi ?

oggetto misterioso ?

Nient'affatto: la Bice che si chinata ad allacciarsi una scarpa. La mantella coprizaino (utilissimo indumento antipioggia specifico per l'escursionista) l'ha resa del tutto irriconoscibile. 
Insomma avete capito: pioveva!

Ciononostante la forza della natura si impone in qualunque condizione meteorologica. 
E pure sotto i tuoni di un temporale l'Accesa ha la bellezza perfetta di una perla.
Bambini e ragazzi spesso si annoiano a camminare. Non capiscono - beati loro ! - la voglia adulta di fare movimento (loro lo fanno sempre !) e di fermare il tempo (loro ne hanno quanto vogliono a disposizione).

Ma quando fanno un incontro come questo (pu essere un cavallo, un cane, un gatto ...) la stanchezza sparisce d'incanto e si trasforma nel piacere intenso della scoperta e dell'incontro.

3 ore e mezzo di pioggia. 
Voi potreste pensare: che sfortuna !

E invece alle 12.35 siamo capitati in questo boschetto attrezzato per il picnic dei visitatori dell'Accesa: cinque comodi tavoloni (giusti giusti per 26 persone) e una capanna per ripararsi dalla pioggia. 
La quale  esattamente per il tempo necessario al nostro pranzetto cessata. E il bosco era pieno di
ciclamini. 
Che fortuna
!

Terminata l'escursione, modificata nell'itinerario date le condizioni del tempo, siamo risaliti sul pullman: come se ci fosse stato un nesso, ha smesso di piovere ed tornato il bel tempo. Voi potreste pensare che ci siamo arrabbiati. Invece no: abbiamo semplicemente deciso che la giornata era ancora lunga e c'era tempo per fare anche i turisti in due borghi non lontani: Castagneto Carducci e Bolgheri.
Sopra: un bosco di mille colori e mille forme circonda Bolgheri.

A fianco: qui non disturba una bella stesa di panni ad asciugare al sole (nessuna protesta condominiale!)

 

 

Foto

alle escursioni 2001

come contattarci

  Stefano Bugetti

Home Page