G


ruppo

A


mbiente

T


rekking


Le 

T

O

  
rri  

 

 

 

Firenze
24 Gennaio 2010

HOMEPAGE

CAPANNUCCIA - MONTE MASSO - CAPANNUCCIA

 

Anello di 13 km (per circa 4 ore di cammino e 400 metri di dislivello) con delle bellissime vedute,
che però erano completamente immerse nelle nuvole e quindi di rado visibili.
 

 

Ma anche solo per incontrare questo bel micione valeva la pena alzarsi da letto e mettersi in cammino.
Osservate come gode a farsi carezzare !

 

     

 

Partenza da Capannuccia (sulla strada tra Grassina e San Polo in Chianti).
Si tratta di un anello. Abbiamo parcheggiato prima del centro abitato, ma conviene parcheggiare dopo, proprio in corrispondenza del bivio. Si prende la strada con indicazione S.Andrea a Morgiano, ma poi si lascia per la fattoria Belvedere (foto sopra) che conduce - in mezzo agli olivi - a Tavernuzze e da qui si raggiunge Via Poggio al Mandorlo. Prima di scendere verso Quarate si devia per il cocuzzolo di Monte Masso. Poi, tornando sui propri passi, si raggiunge Quarate e per strada asfaltata si chiude l'anello a Capannuccia.

A fianco - in giallo puntato - il percorso registrato dal GPS Garmin.

 

Il percorso ha una configurazione altimetrica speculare. La prima metà in leggera continua salita, la seconda in lieve continua discesa.
La giornata non è delle migliori. Anzi una pioggerella fitta e freddissima disturba il cammino e per un attimo balena il pentimento di essere partiti.
Ma subito prevale la giocosità dello stare insieme. Quando si è con gli amici il freddo è meno pungente. Il sorriso - e la salita - riscaldano.
La pieve di San Donatino è un piccolo gioiello che conserva il suo aspetto trecentesco.
La sterrata che conduce a San Bartolomeo a Quarate, la cui torre (con l'ulivo che gli cresce sulla cima) emerge dalla nebbia. (E tanto per rendere realistica la scena qui non ve la facciamo vedere per niente ).
Le foglie dell'autunno lentamente si stanno macerando nella terra bagnata formando dei piccoli quadri astratti.
Il pasto in piedi non è il massimo della comodità.
Il panino è freddo, l'acqua è fredda, le mani sono gelate. Brr... !

Per fortuna che Marcella ha un termos di vin brulè !

Il vin brulè è bello caldo e nessuno rifiuta l'offerta.

 




Su Monte Masso