G


ruppo

A


mbiente

T


rekking


Le 

T

O

  
rri  

 

Firenze

 15 Marzo 2009
 

Anello di Celle (Dicomano - Mugello)

 

Itinerario di 13,6 km per   4 ore  di cammino (escluse le soste) e 450 metri di dislivello

Segni della natura

Segni dell'uomo
 

Escursione circolare con partenza da Celle (nei pressi di Dicomano in Mugello) percorsa in senso orario.

L'immagine a lato rappresenta la traccia dell'escursione preparata a casa sul computer tramite la carta Garmin TrekMap Toscana ed è un buon esempio di come si possa oggi programmare un'escursione sul computer, senza materiale cartaceo (per capire come si fa vi suggeriamo di leggere la nostra pagina dedicata all'argomento)

Il file zippato della traccia si può scaricare qui.

Comunque una buona carta 1:25.000 - che non deve mancare mai nello zaino - è quella del S.E.L.C.A. allegata all'opuscolo "Parco culturale di Monte Giovi".

Questo è il profilo altimetrico previsto sul computer.
E questo è quello reale registrato durante l'escursione.
Come vedete non è uguale. Il percorso si è rivelato un po' più lungo del previsto, ma il profilo a grosse linee è abbastanza simile. Tale da potersi fidare del lavoro fatto a casa. E comunque molto più preciso di quello che si potrebbe ottenere - in un tempo enormemente più lungo - usando metodi tradizionali.
Questo (la linea bianca a puntini neri) è il tracciato realmente registrato durante l'escursione. Anche qui vi sono dei tratti - anche se brevi (indicati dalle frecce rosse) - non coincidenti con la TrekMap Toscana. Tuttavia nel complesso vi è una sufficiente corrispondenza.

Il cerchio giallo indica un bivio del percorso dove il GPS è stato di grande utilità in presenza di una totale improvvisa scomparsa delle segnalazioni CAI (qualcuno le ha cancellate ?).

Ecco come il computer ci può aiutare nel segnalare il bivio sopradetto.
Con un po' di esperienza si può individuare su Google Earth.
Il sentiero 15 che scende a Celle è quello qui segnalato in verde, ma ad un largo bivio in corrispondenza della freccia di sinistra non c'è nessun segnale. L'istinto porta a scegliere la strada a sinistra (in discesa) qui segnalata in rosso.

Però osservando che la traccia del nostro percorso sul GPS non si sovrappone più su quella del sentiero visibile sul display dell'apparecchio dopo qualche decina di metri decidiamo di tornare indietro.

Presa la direzione opposta si entra in un pascolo con tracce di sentiero senza alcun segnale visibile. E questa volta siamo sicuri di procedere bene perché la traccia del GPS corre vicina o si sovrappone a quella del sentiero CAI visibile sull'apparecchio. Infatti, appena si rientra nel bosco riappaiono i segnali biancorossi.

Indicazioni per Celle poco dopo aver attraversato - nei pressi di Dicomano - il fiume Sieve che scorre nel fondovalle del Mugello.
Quasi tutta l'escursione si svolge su stradelle abbastanza larghe.
I sentieri sono ampi e dunque facilmente transitabili anche da chi pratica mountain-bike, tanto che il Gruppo Ciclistico Rufina si è fatto dei cartelli propri.
E' la prima vera domenica di primavera. Il sole inonda il bosco ancora brullo e la luce che piove sul terreno ancora umido delle tante piogge di questo lungo inverno fa partire il solito miracolo del risveglio.
Margherite, violette, primule e nontiscordadime fanno capolino tra i rovi.
Umili fiori gialli si arrampicano tra le pietre dei muretti a secco.
Il piccolissimo borgo di Vicoferaldi si annuncia in modo pittoresco.
E la segnaletica stradale ne è un segno.

Uno specchio mostra i mezzi con cui il curatore di queste pagine vi mette a disposizione questo materiale:
una macchina fotografica nella mano destra
e - piccolo, quasi invisibile nella mano sinistra - il succitato GPS cartografico
(per l'esattezza un Garmin Colorado 300)