G


ruppo

A


mbiente

T


rekking


Le 

T

O

  
rri  

 

Firenze

 25 Aprile 2006
 

Monte Epomeo (Ischia)

 




Esistono davvero dei luoghi magici. Se non ci credete fate un'escursione sulla "montagna" di Ischia.



Eccovi la mappa del percorso.
Giunti ad Ischia Porto imbarcatevi sulla circolare (un minibus adatto alle strade strette dell'isola: vanno bene
sia la circolare sinistra che la destra) e scendete a Fontana. Qui trovate le indicazioni per l'Epomeo, la cima di un
vecchio vulcano esploso 55.000 anni fa, che con i suoi 785 metri è la vetta dell'isola.
Nella cartina osservate le tracce lasciate dal nostro GPS. Raggiunta la cima siamo scesi per sentieri
fino quasi al mare (dove si può riprendere la circolare per Ischia Porto).
Se possedete un GPS Garmin potete scaricare il percorso cliccando qui.
 

L'altimetria del percorso mostra una salita di km 2,5 con 300 mt di dislivello (ripido è l'ultimo tratto) e 6 chilometri di discesa che dalla vetta conduce fino a livello del mare.

Per informazioni utili su questa escursione consultate anche questi siti:

http://www.ischiatrekking.net/

http://193.204.162.114/ischia/escursionetext.html

 

Il primo tratto è asfaltato.

Questo gattino ci viene incontro.

Foto scattata al volo, senza inquadrare,  puntando l'obiettivo autofocus sul muso.

Così si capisce come appare il mondo da quella altezza: una selva di gambe che camminano (incredibile come ci riescano con due sole gambe!)

Le ultime decine di metri dell'ascesa si srotolano sulla roccia lavica.

Improvvisamente siamo circondati da un panorama grandioso in cui la luce fonde il cielo e il mare.

Il profumo dello spazio ci dà la vertigine dell'avventura come fossimo sulla cima dell'Hymalaya.

E' lassù, su quella punta di fuoco diventata roccia, sgorgata dalla terra all'improvviso decine di migliaia di anni fa, è lassù che si arriva e sembrerà a tutti di volare.
Oltre, non c'è niente: girando lo sguardo a 360 gradi cielo e mare.
Una discesa bellissima per tracce di sentiero e bei boschi, guidati solo dal GPS, rende la gita ancora più eccitante.
Sta calando la sera quando all'improvviso compare il mare.
E quando raggiungiamo le prime strade di Forio, il sole tramonta: tutti gli isolani vi diranno di non perdervi la scena del tramonto a Forio.

E noi non ce la siamo persa !

     

Felici di stare raccolti nella piccola ciotola che una volta era la terribile "bocca" del vulcano.