G


ruppo

A


mbiente

T


rekking


Le 

T

O

  
rri  

 

HOMEPAGE
 

Firenze
24 MAGGIO 2010

HOMEPAGE

INFORMATREK: il sentiero delle burraie

 

Percorso di 11 km (3 ore di cammino) con quasi 400 metri di dislivello



Si tratta dell'escursione " collettiva " dei gruppi escursionistici della provincia di Firenze
aderenti alla Lega Montagna dell'UISP.
Quest'anno organizzata dai gruppi " Il Crinale " di Fiesole e "GEO" delle Sieci
nell'area naturale protetta di interesse locale (ANPIL) di Poggio Ripaghera.

Bella e ben organizzata escursione che ha soddisfatto i 700 (settecento!) escursionisti.

Non c'è escursione senza qualche scoperta: alla Madonna del Sasso questa enorme farfalla notturna
sorpresa dall'abbagliante luce del sole. Si tratta di una Saturnia del pero o Pavonia Maggiore, la più grande farfalla nostrana.
Questa femmina ha un'apertura alare di oltre 15 centimetri. Ulteriori notizie su questa farfalla cliccando qui.

 

Partenza alla spicciolata dal campo sportivo di Santa Brigida.

L'escursione si snoda lungo il Sentiero delle Burraie (SB) indicato in modo perfetto dalla recente segnaletica.

Le burraie sono caratteristici edifici in pietra situati nel bosco in zone fresche e bagnate da torrentelli dove fino agli anni '50 si preparava e si conservava il burro.

Il sentiero tocca 5 burraie.

Giunti al Santuario della Madonna del Sasso in breve si scende a Santa Brigida dove una eccellente organizzazione ha messo a tavola in poco tempo (presso il Circolo Arci) la folla dei partecipanti.
 

Come evidenziato dall'altimetria la gita era alla portata di tutti.

Potete scaricare la mappa del sentiero con le indicazioni delle burraie sul sito del Cai Pontassieve cliccando qui o qui.

Partenza al campo sportivo dove cominciano ad affluire gli escursionisti dei vari Gruppi Trekking (qui ci si iscrive e si ritirano i buoni per la maglietta celebrativa e il pranzo). E' una buona occasione per incontrare amici e conoscenti che fanno parte di altri gruppi. La giornata è bellissima. Finalmente sembra di essere usciti dal lungo inverno 2010.
Ci si mette in cammino in lunga fila indiana.
Cartellonistica di primordine: indicati il sentiero SB e le burraie.

 

Cliccando qui vi si aprirà la pagina di Wikiloc dove potete seguire il percorso - anche zoomando - dal satellite (per le foto delle burraie cliccare sulle bandierine).

Eccone una: come vedete, si tratta di un piccolo ambiente interrato. All'interno una specie di lavatoio dove scorre ancora l'acqua.
E questa è un'altra. La maggior parte degli escursionisti - compreso noi - non erano a conoscenza di queste strutture. E' stato interessante riappropriarsi di un pezzo di storia dei nostri antenati.

 

Da WIKIPEDIA:

La burraia è il locale dove si produceva il burro o, più in generale, adibito alla lavorazione del latte.

Si tratta una costruzione rurale edificata nelle zone di pascolo lontane dai paesi o dalle abitazioni dei pastori (alpeggio), quando non era possibile trasportare il latte velocemente per la lavorazione. Le burraie venivano costruite nelle zone di alpeggio in prossimità di sorgenti o corsi d'acqua e la costruzione garantiva una bassa temperatura interna. Come burraie a volte venivano utilizzate le grotte. Spesso una Burraia era condivisa tra più pastori che si organizzavano in turni per l'utilizzo e la manutenzione della burraia stessa. Camminando in campagna od in montagna si possono trovare anche frequentemente le burraie, ormai abbandonate da tempo e sempre più diroccate.

In Toscana, sul crinale del Monte Giovi (tra la piana di Firenze ed il Mugello), è stato realizzato il "Sentiero delle Burraie": un anello escursionistico che tocca le vecchie Burraie della zona. L'anello è stato aperto nell'ottobre 2008 ed i suoi sentieri sono designati con la sigla "SB".

 

Nel bosco inondato di luce numerosi splendevano gli asfodeli.

Pagina di Wikipedia dedicata ad Asphodelus.

Dopo una breve ma ripida discesa fino al Santuario della Madonna del Sasso la strada prende una pendenza più dolce che riporta a Santa Brigida (Comune di Pontassieve).

Il Santuario della Madonna del Sasso
( per le notizie storiche cliccare qui )

Sotto: immagine del Santuario tratta da Wikipedia

File:Facciata Santuario della Madonna delle Grazie.jpg