e

 

G


ruppo

A


mbiente

T


rekking


Le 

T

O

  
rri  

 

Firenze

 1 Febbraio 2009
 

Sulle pendici di Monte Morello

 

Itinerario di   3 ore e 20 di cammino per  km 10

Dove si dimostra che salendo di poche centinaia di metri
la pioggia si trasforma in neve

 

L'escursione originale avrebbe dovuto seguire le indicazioni riportate sul libro "Sui sentieri degli Etruschi" ("Giro della valle di Legri" pag. 68) Tamari editore, ma le cattive condizioni meteo hanno modificato il programma: alcuni sulla base delle previsioni della sera avanti sono rimasti a letto, alcuni si sono alzati e dopo un'occhiata sono tornati a letto, infine sei ormai che erano in piedi hanno deciso di fare due passi.

Modificando per˛ il percorso.

Il percorso zippato per GPS Garmin  si preleva qui

Niente pi¨ anello, ma cinque chilometri di stradella in salita e successivo ritorno per la stessa via per circa 400 metri di dislivello.

Per i numerosi itinerari a piedi nel comune di Calenzano si veda qui.

Si parcheggia qui, poco prima del lago per pesca sportiva di Legri.

A 300 metri da qui, superato il torrente Marinella su ponticello, inizia il sentiero delle orchidee.

Il ristorante annesso al lago ha optato per uno stile di comunicazione diretto e aggressivo (lo stile che va di moda sui media).

SarÓ pure un ristorante eccellente, ma non ha quello che vogliamo noi (perchŔ anche noi al momento non sapevamo che cosa avremmo voluto, solo pi¨ tardi l'avremmo saputo ... - pi¨ avanti lo capirete)

Superato il lago si volta a destra e oltrepassata la Marinella si prende a salire su sterrata contrassegnata (male) dal n░ 8 CAI.

Inspiegabilmente i segnali bianco-rossi sono rarissimi e vecchissimi.

In breve si giunge a Volmiano.
A Volmiano sorge una bella e antica fattoria.
La villa fu eretta alla fine del Quattrocento inglobando alcune costruzioni medievale la cui traccia rimane nella torre.
La pioggerella ingrossa i piccoli fossi.
Transitando accanto alle case fare attenzione ai guardiani. Molto gelosi della proprietÓ.
Ma ecco accade qualcosa. Guardate lass¨ nel cielo: Ŕ nevischio ...
E' una piccola felicitÓ infantile, una magia, camminare leggeri nel silenzio dei fiocchi. Tanto maggiore quanto minore Ŕ la possibilitÓ di essere presenti durante questo evento meteorologico.

Ecco quello che non avevano al ristorante del lago e che non sapevamo ancora di volere. La neve !

A Mattiano ( mt. 505 ) i fiocchi sono densi e fitti. Ormai soddisfatti decidiamo di tornare indietro per la stessa strada.
Scendendo di poche decine di metri riprende a pioviscolare.
Torniamo a casa.

Il pomeriggio viene rinviata al giorno successivo la partita Bologna - Fiorentina per impraticabilitÓ del campo causa neve (!)

ChissÓ che bella pelliccia bianca ha l'Appennino oggi se lo si potesse vedere dal cielo !