G


ruppo

A


mbiente

T


rekking


Le 

T

O

  
rri  

 

Firenze

 11 Gennaio 2009
 

Anello di Monti

 

Itinerario di   4 ore di cammino

Escursione nel Chianti senese

 

Un'immagine satellitare del territorio in cui si è svolta l'escursione: Monti - Cacchiano - Sodi - Morelline - Poggino - Foresta della Costa - Monti.

 

Sullo sfondo il Castello di Cacchiano.

Il castello di Cacchiano e' situato nel Sud del Chianti Classico, nel comune di Gaiole in Chianti, vicino al paese di Monti. Dalla sua posizione a 500 m di altitudine, domina un vasto panorama che spazia dalla cima del Pratomagno fino al monte Amiata. Il castello e' sempre appartenuto alla famiglia Ricasoli Firidolfi, anticamente faceva parte delle fortificazioni costruite dalla repubblica di Firenze alla frontiera con la repubblica di Siena.

Il castello è ora e' una dimora di campagna, centro di attivita' agricola della proprieta'. I suoi terreni sono particolarmente favorevoli alla coltura della vite e dell'ulivo e si estendono sulle pendici delle colline che scendono al fiume Arbia.
La cronaca

Arrivo a Monti e partenza per trekking, ore 10,15.

Si sale per strada asfaltata, per Cacchiano, dove avviene il primo errore perché si supera il punto di deviazione a Ds. Ci sono due sentieri senza segnale, noi prendiamo quello che scende. Sbagliato. Ma decidiamo di continuare per riprendere dopo quello giusto.

Scendiamo così ai Sodi, meraviglioso paesaggio e cantine, in lontananza, il castello di Brolio e Lucignano, che avremmo dovuto attraversare ma abbiamo sbagliato.

Belle Ville e cantine, La Morellina, Poggino ed altre. Si mangia al limite di un bosco con uliveto su un muretto naturale.
Ci sono già le margherite in fiore.
Il posto è bello e fa caldo. Si riprende a scendere per arrivare ad una bella tenuta.
Una signora che ci ha visti arrivare ci aspetta, perchè ha un cane pastore tedesco che può essere pericoloso. Ha più paura di noi (il cane).
Più avanti per strada asfaltata si ritorna a Monti.

Per fortuna ogni tanto, avendo perso la strada si chiedeva aiuto (si veda a lato).

 

 

Semplice prova di fare una gita senza segnali, solo con la carta, ma con la tranquillità di una bella giornata e l’esperienza di tanti Gatti che, nonostante gli errori, sono riusciti a ritornare tutti a casa e soddisfatti.